Ascesso e piercing: come riconoscerlo, rimedi, come prevenirlo

loading...

L’ascesso ed il piercing possono essere strettamente connessi. Come riconoscere le cause e quali sono i rimedi da attuare per prevenire questo antipatico disturbo?

Piercing labbro inferiore.

Si tratta, purtroppo, di un tipo di problematica piuttosto seria, che non può e, di conseguenza, non deve in alcun modo essere presa sotto gamba.

Per evitare brutte infiammazioni è fondamentale scegliere un personale esperto.
Ricorrere a mani esperte.

Innanzitutto che cosa si intende per ascesso?

Ci riferiamo ad un’infezione reale ed anche molto fastidiosa, che riguarda un accumulo circoscritto di batteri all’interno di un tessuto del nostro corpo.

Non appena si avverte una sensazione di calore e di gonfiore è chiaro che è in corso un’infiammazione.

Se ovviamente non viene curato nella maniera giusta, questo disturbo può diventare molto più grave dando vita a serie complicazioni.

Chiaro esempio di bocca gonfia.

L’ascesso oggi è sempre più frequente, spesso viene definito “l’infezione della moda”.

Evitare di farsi fare piercing davvero estremi.

Le cause vanno ascritte innanzitutto alla mancanza di precise norme igieniche. Non tutti i laboratori, infatti, dove si realizzano i piercing seguono adeguatamente un protocollo sicuro.

L’igiene è fondamentale.

L’ascesso provoca un dolore continuo con una sensazione di calore estesa su tutta la parte dolorante. Sono, tra le altre cose, evidenti anche un gonfiore ed un arrossamento.

Evitate per il piercing materiali che possono portarvi allergie.

Nella zona dell’infezione si accumula un liquido conosciuto come pus. Se manca un’adeguata igiene qualsiasi tipo di piercing può dare vita ad un ascesso: da quello realizzato sull’orecchio, a quello sulla bocca ed ancora da quello sul naso a quello sull’ombelico.

I piercing belli sono, in effetti, quelli realizzati da mani esperte. Perché, allora, rischiare ed avere non solo un’infiammazione, ma anche un piercing brutto?
Più tipi di piercing

Cosa fare per evitare tale disturbo?

Rivolgersi a seri professionisti, che operano con strumenti idonei e sterilizzati. Vanno evitati materiali organici e porosi. Sì, invece, al titanio o anche all’acciaio chirurgico.

L’esagerazione non porta a nulla. I piercing possono anche rivelarsi un serio problema per la nostra salute. In questo caso, dunque, la prudenza non è mai troppa.

Se vi rendete conto che qualcosa non va dopo aver fatto il piercing, dovete subito correre ai ripari, il tempo è in questi casi davvero fondamentale.

Piercing vicino l’occhio

Ovviamente niente “fai da te”, non toccate in nessun modo la parte infiammata, non cercate di schiacciare alcuna bollicina pensando che sia un brufoletto, potreste solamente aumentare l’infezione in corso.

Infiammazione sulla lingua a causa del piercing. L’uscita continua del sangue è il primo sentore che qualcosa non va come dovrebbe. E’ fondamentale non sottovalutare nessun sintomo.
Il piercing sulla lingua necessita di un’igiene perfetta

Nervi caldi e tanta pazienza e contattate subito un medico di fiducia: solo lui, infatti, potrà dirvi, dopo avervi fatto anche un’accurata visita, cosa fare e quali farmaci adoperare per raggiungere subito una perfetta guarigione.

Non esiste un piercing più semplice ed un altro più complesso, tutti i buchi realizzati, infatti, sul nostro corpo possono portare ad un ascesso.

Non tutti gli ascessi, purtroppo, però sono uguali.

Golfiore su lobo

Di solito, quando la situazione è particolarmente critica, i soli antibiotici non servono assolutamente a guarire da un ascesso, ma è necessario, invece, procedere ad una vera e propria incisione da realizzare con attrezzi sterili.

I tempi di guarigione degli ascessi dipendono ovviamente dalla maggiore o dalla minore entità dell’infiammazione.

L’operazione può richiedere un’anestesia locale. In seguito si passerà ad una fondamentale pulizia della parte colpita dall’ascesso.

Piercing con vite

Incorrere in un’infiammazione in seguito ad un piercing non è sicuramente una passeggiata, quindi è fondamentale agire nella maniera migliore, prima di trovarsi in un’antipatica e dolorosa condizione.

Un piercing è, comunque, un’operazione invasiva, qualcosa che, appunto, va ad invadere una parte del nostro corpo.
Attenzione all’ascesso.
loading...